Blog Post

5 Inusuali Rimedi per la Cervicale: non i soliti consigli!

I dolori cervicali sono uno dei problemi più diffusi in Italia e colpiscono soprattutto gli adulti dopo i 45 anni, ma si manifestano sempre più spesso anche tra i giovani. Vogliamo quindi proporvi 5 rimedi per la cervicale del tutto inusuali e che si basano su elementi, che solo apparentemente non solo collegati alla cervicalgia: il sonno, la meditazione, l’alimentazione.

Il dubbio che vi si potrebbe subito porre è chiaro: cosa c’entrano queste cose con il mio mal di collo? La riposta però è più semplice di quello che si potrebbe pensare: il corpo infatti trasmette un dolore cronico quando non ha più energie sufficienti per compensare i problemi meccanici.  Questo significa che una volta che il nostro organismo ha esaurito le sue risorse iniziano i nostri dolori.

E allora vediamo cosa poter fare per porre rimedio a questi problemi, mettendo il nostro corpo in condizioni positive, per attutire o far scomparire il dolore cervicale.

Rimedio Cervicale numero 1: evitare di abbuffarsi a cena

cibo-americano-roma-1000x600Nonostante il momento della cena sia diventato per tutti l’unico attimo tranquillo, al rientro dal lavoro e da passare con la famiglia, non può essere però visto come il momento dell’abbuffata. Il nostro organismo non può reggere assolutamente, a lungo andare, quello che provocano eccessive calorie ingerite a tarda sera:

  • sbalzi di glicemia notturni;
  • innalzamento degli ormoni da stress;
  • la mancata secrezione di alcuni ormoni, tipici della notte.

Il risultato ovviamente è quello più ovvio: un sonno di bassa qualità. E quando sappiamo se abbiamo dormito male? Quando al mattino ci svegliamo ancora stanchi o indolenziti, oppure se durante la notte i nostri occhi sono stati spalancati per tanto tempo. Questo ovviamente porta i muscoli a non recuperare mai al 100% quello che si è consumato durante la giornata. E così facendo, con il passare del tempo, affaticandosi sempre di più, si avranno problemi cervicali.

E allora qual è la soluzione? L’alimentazione. Molte scuole di pensiero infatti concordano che una cena ideale è composta da soli vegetali e proteine (bistecche, verdura, uova, insalte, ecc.). Per cui bisognerebbe abolire quello che piace mangiare a tutti: pane, pasta, alcolici, dolci e frutta.

Rimedio cervicale numero 2: non portare il lavoro a letto, non sprecare tempo con i social. Dedicati alle tue passioni.

smartphone-sonnoOrmai è ampiamente dimostrato che l’utilizzo di smartphone e tablet la sera, prima di andare a letto, alzi l’adrenalina e la noradrenalina, che sono ormoni che non dovrebbero essere ecccitati, per consentire un buon riposo. Ovviamente è impensabile privarci di questi mezzi di comunicazione, che fanno parte ormai della nostra quotidianità, e allora il consiglio che possiamo dare è di indirizzarli verso una passione o un hobby. Infatti una lettura costruttiva migliora i parametri fisiologici, aprendo nuovi e interessanti “cassetti” nel nostro cervello.

Rimedio cervicale numero 3: impara a meditare

meditazione cervicaleQuesta è forse la raccomandazione più importante per chi soffre di problemi cervicali: meditare. E perché vi chiederete? Perché una larga fetta delle persone che presentano fastidi cervicali hanno un ipertono del sistema simpatico. No,non è una parolaccia. Questo si attiva quando c’è uno stress (reale o percepito), o quando facciamo un’attività. Se stimolato alza i battiti cardiaci, rallenta il sistema digestivo e alza la tensione muscolare. Ciò significa che quando l’ipertono del sistema simpatico è attivo anche a riposo, noi siamo incapaci di rilassarci e portiamo i muscoli ad essere in tensione costante.

Con questo problema i dolori cervicali sono garantiti e non esiste nessuna terapia manuale o rieducativa che funzioni. Imparare quindi la meditazione significa insegnare al nostro cervello ad accendere l’interruttore quando serve e a spegnerlo se non necessario. Purtroppo quando si parla di meditazione si pensa subito ad un monaco tibetano, invece scientificamente sono innumerevoli i benefici riconosciuti a livello muscolare.

Rimedio cervicale numero 4: fai attività fisica, ma fallo scientificamente!

Non bisogna pensare che qualsiasi attività fisica faccia bene, perché se la si porta ad un discreto livello è fonte di stress, che può essere positivo o negativo. Per vedere però se effettivamente ciò che fate è adeguato, potete leggere questa checklist e se tutti i punti sono rispettati significa che il piano fisico che state facendo affrontare al vostro corpo è giusto.

 

  • Non considerare il camminare come una attività fisica: rilassa la mente e va benissimo, ma gli effetti sul fisico sono scarsi o nulli;
  • fare almeno due ore di attività fisica alla settimana, ma non più di cinque/sei (non vale se sei un atleta!);
  • cambiare spesso il tipo di attività fisica;
  • fare attività sia aerobiche (corsa, bici) che anaerobiche (esercizi, palestra);
  • non fare attività intense alla sera;
  • almeno una volta a settimana fare attività fisica al mattino o in pausa pranzo;
  • creare un piano di allenamento e tenere un diario dei risultati;
  • porsi degli obiettivi. Avere un obiettivo, anche semplice, è l’unico modo per lavorare costantemente in una direzione.

Rimedio cervicale numero 5: fai diventare il tuo corpo più flessibile

stretching-cervicaleTutti noi tendiamo a piegare la testa da un lato cercando di allungare un trapezio che non ne vuole proprio sapere, ma questo perché probabilmente il collo è inserito in un quadro di rigidità di tutta la postura. Questo vuol dire che bisogna fare stretching non limitandosi ad una sola parte del corpo, perché  il collo subisce la rigidità di tutta la colonna. Una muscolatura rigida tende a piegare il soggetto in avanti, ma anche se punta verso il basso la testa comunque resta dritta, perché deve guardare in avanti. Ed ecco che fa il doppio della fatica per restare verso su! Importante quindi è rendere il proprio corpo il più flessibile possibile.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Related Posts

Allergia agli Acari della Polvere? Come riconoscerla e combatterla

L'allergia agli acari della polvere è una delle più diffuse, soprattutto per l'ampia diffusione

Dormire poco fa male al Colesterolo

Dormire poco fa male anche al colesterolo. La carenza di sonno aumenta infatti il rischio